MIBAC logo 2019

Visuale mensile :: 17. Luglio 2019
04. Luglio
  • 21:00

    A LIGHT DAY Franco D’Andrea

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    L’iridescente arte di Franco D’Andrea è un poliedro tendente alla sfera. L’oceanica immensità della sua costante ricerca di un linguaggio personale all’interno della tradizione jazzistica, trova in questa quasi un’ora di musica in piano solo una rappresentazione adamantina. Musica di una caparbietà gentile, intensamente personale, completamente jazz. Con oltre 160 dischi incisi e 20 premi Top Jazz vinti nella sua carriera, D’Andrea è ormai considerato uno dei migliori pianisti contemporanei.

  • 21:00

    SERGIO CAMMARIERE TRIO IN CONCERTO

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    Amedeo Ariano batteria
    Luca Bulgarelli contrabbasso
    Sergio Cammariere piano e voce

    Lo spettacolo rispecchia lʼanimo e lʼapproccio musicale unico dellʼartista, una perfetta combinazione tra intensi momenti di poesia, intrisi di suadenti atmosfere jazz e coinvolgenti ritmi latini che accendono il live con calde atmosfere bossanova. In scaletta, oltre ai suoi brani più amati, trovano spazio anche nuove esaltanti creazioni, frutto di una ricerca musi‐ cale in continua evoluzione e quelli dellʼultimo lavoro discografico dal titolo «La Fine di tutti i guai».

  • 21:00

    VOI CH’ASCOLTATE DANTE di Marco Santagata

    CONVERSAZIONI NELLA LOGGIA, VOI CH’ASCOLTATE…

    Dante Alighieri raccontato da uno dei suoi massimi studiosi, Marco Santagata. Non solo il primo riferimento della nostra letteratura, anche il padre di famiglia, il filosofo, lʼuomo di partito e di corte. Un viaggio sorprendente attraverso la vita tra‑ vagliata e lʼopera suprema del grande poeta, ma anche il ritratto di un destino biografico ancora oggi capace di interrogarci sulle com‑ plesse dinamiche della storia italiana tra Due e Trecento.

05. Luglio
  • 17:00

    LABORATORI DI CERAMICA a cura di Margot Theatre

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Allʼinterno del Museo Archeologico sarà ricre‐ato un vero e proprio laboratorio di ceramica. I ragazzi potranno creare il loro capolavoro come un vero artigiano e scoprire la storia e i segreti della produzione ceramica etrusca.

    Guideranno i laboratori le artiste: 
    Luisa Pietrangeli (pittrice e scultrice)
    Fulvia Squarini (ceramista )

  • 20:30

    VOLTI E VOCI DEL CASTELLO

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Conoscere Castel SantʼAngelo attraverso i racconti e le storie dei personaggi che in va‑ rio modo lo hanno abitato: dallʼanima vagula blandula dellʼimperatore Adriano che ci tra‑ manda la sua visione dellʼUniverso resa ar‑ chitettura, al lucean le stelle di Cavaradossi, protagonista dellʼopera lirica Tosca, passan‑ do attraverso le storie ed i racconti di celebri e oscuri personaggi come Marozia che proprio qui celebrò il suo matrimonio, Benvenuto Cel‑ lini che ci racconta come riuscì abilmente ad evadere dalla fortezza fino al controverso Ca‑ gliostro, forse mago o forse abile truffatore

  • 21:00

    ARPA ROCK MICOL&BAND

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    Micol presenta in concerto Arpa Rock, il suo album di debutto. Si spazia dal rock al pop, dal dub al nu jazz, ci si immerge in veri e propri inni generazionali come Smells Like Teen Spirit dei Nirvana di Kurt Cobain, Grace di Jeff Buckley, Firth of Fifth dei Genesis, Space oddity di David Bowie e ancora Með suð í eyrum dei Sigur Rós, No surprise dei Radiohead, Teardrop dei Massive Attack, e un immancabile Bruce Springsteen con Born to Run. I brani di Arpa Rock sono tutti “colorati” con lʼelettronica tranne Stairway to heaven dei Led Zeppelin e Morning has broken di Cat Stevens per sola arpa elettrica.

  • 21:00

    CORO CANTERING

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    Dal desiderio di alcuni ragazzi di cimentarsi nel canto dʼassieme nasce nel 2006 il Cantering, un gruppo corale misto che si caratteriz‐ za per unʼinsolita quanto sincera passione per un genere solitamente appannaggio dei cori di musica popolare e di montagna: la musica popolare, folk e della tradizione italiana ed estera, senza far mancare nel proprio repertorio brani pop, gospel, dʼautore, di ogni epoca e nazionalità. Composto oggi da oltre 50 elementi, è un coro allegro, affiatato e vitale, che trasmette al pubblico entusiasmo in modo genuino e spensierato. Diretto da sempre dal Maestro «Dodo» Versino, si è esibito a più riprese nella capitale e in numerose regioni italiane, oltre ad alcune partecipazioni televisive e lʼincisione di tre LP.

  • 21:00

    STRALUNATI Ermanno Cavazzoni racconta Fellini, «La voce della Luna» e il «Poema dei lunatici»

    MODULI LUNARI

    VILLA GIUSTINIANI, BASSANO ROMANO


    Trentadue anni fa lo scrittore emiliano Erman‑ no Cavazzoni pubblicava uno dei suoi libri più belli, «Il Poema dei lunatici», e il romagnolo Federico Fellini lo trasformò in quello che sa‑ rebbe stato il suo ultimo film, «La voce della luna», con Roberto Benigni e Paolo Villaggio. Tra ricordi e letture, spezzoni di film e digres‑ sioni, Ermanno Cavazzoni ci racconterà il suo libro, il suo rapporto con Fellini con cui colla‑ borò come sceneggiatore, e il gusto per i per‑ sonaggi “stralunati” che accomuna entrambi.

06. Luglio
  • 15:30

    IL MUSEO SVELATO ALLA SCOPERTA DEI TESORI NASCOSTI NELLE COLLEZIONI DEL MUSEO a cura di Daniela De Angelis

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    In occasione delle celebrazioni per i 15 anni dallʼinserimento nelle liste dei siti UNESCO delle Necropoli etrusche di Tarquinia e Cerveteri il Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia apre per la prima volta le porte dei suoi depositi, un vero e proprio Museo nel Museo. Una occasione unica per scoprire in compagnia della Direttrice del Museo le collezioni che normalmente non sono esposte, alla sco‐ perta della civiltà etrusca e dei suoi tesori.

  • 15:30

    IL MUSEO SVELATO ALLA SCOPERTA DEI TESORI NASCOSTI NELLE COLLEZIONI DEL MUSEO a cura di Daniela De Angelis

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    In occasione delle celebrazioni per i 15 anni dallʼinserimento nelle liste dei siti UNESCO delle Necropoli etrusche di Tarquinia e Cerveteri il Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia apre per la prima volta le porte dei suoi depositi, un vero e proprio Museo nel Museo. Una occasione unica per scoprire in compagnia della Direttrice del Museo le collezioni che normalmente non sono esposte, alla sco‐ perta della civiltà etrusca e dei suoi tesori.

  • 19:00

    GLI ETRUSCHI SI SVELANO SPETTACOLI TEATRALI ITINERANTI NELLA NECROPOLI

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Spettacolo teatrale itinerante allʼinterno delle Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, sito UNESCO. Un viaggio nel tempo per adulti e bambini, alla scoperta della storia etrusca nella suggestiva cornice delle Necropoli. Lo spettacolo itinerante porterà il visitatore, accompagnato da una guida che introdurrà le principali fasi della storia etrusca, in un susseguirsi di scoperte e incontri con personaggi storici, come il re Tarquinio il Superbo o il generale romano Aulo Cornelio Cosso. La storia degli Etruschi verrà ripercorsa attraverso un copione costruito sulle fonti antiche latine e interpretato a attori professionisti, narrando battaglie, usi e costumi degli Etruschi.

  • 19:00

    PER TERRA E PER MARE VISITA TEATRALIZZATA ALLA NECROPOLI a cura di Margot Theatre

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    La Necropoli della Banditaccia di Cerveteri è uno tra i più importanti e suggestivi siti etruschi. Se della città di Cerveteri si conosce poco, la sua necropoli è un vero e proprio tesoro archeologico, ricco di testimonianze in grado di far luce sugli usi e costumi degli Etruschi. La visita guidata seguirà un percorso fra le principali tombe etrusche a tumulo, accompagnata dagli interventi artistici degli attori. Monologhi e sequenze coreografiche animeranno la visita serale, valorizzando la sugge‐ stiva cornice e la narrazione storica attraverso testi dʼautore e scene originali.

  • 21:00

    ELI DEGIBRI QUARTET

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    Eli Degibri: sax
    Tom Oren: piano
    Tamir Shmerling: contrabbasso
    Eviatar Slivnik: batteria

    Sassofonista, compositore e band-leader riconosciuto a livello internazionale, Eli Degibri è un musicista incredibilmente dotato, una fonte inesauribile di talento artistico sia come compositore che come leader.
    Noto per le sue esibizioni carismatiche, Degibri si fa conoscere suonando al fianco di Herbie Hancock, diventando poi il sideman di Al Foster, che accompagnerà per quasi 10 anni. Il suo attuale quartetto è composto da tre giovani e promettenti musicisti: il pianista Tom Oren, il batterista Eviatar Slivnik e il bassista Tamir Shmerling.

  • 21:00

    NOVECENTO DI ALESSANDRO BARICCO MARGOT THEATRE

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    con Valentina Cognatti e Loredana Piedimonte
    Simone Di Cataldi Jazz

    Le parole di Baricco trasportano il pubblico nelle sale del transatlantico Virginian, accompagnate dalle note libere e sfrenate del jazz, che intorno al 1920 cominciava ad imporsi come il genere musicale del momento. Valentina Cognatti e Loredana Piedimonte coinvolgono gli spettatori in una lettura dai tratti ironici e vivaci, ricca di poesia e commozione. Max Tooney racconterà come proprio il jazz avrebbe fatto di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento il più grande pianista mai esistito, capace di suonare una musica tanto strabiliante da lasciare in ogni passeggero del Virginian una sensazione indimenticabile di trasporto e di commossa meraviglia. Un rac‐ conto toccante sulle possibilità della vita e sulla fragilità, una storia di coraggio capace di emozionare, far riflettere e sognare.

  • 21:00

    SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE TEATRO MOBILE

    PALCOSCENICO

    BAGNAIA DI VITERBO | TEATRO

    riscrittura di Pina Catanzariti
    regia di Marcello Cava
    con la collaborazione di Raffaele Gangale
    con Galliano Mariani e Fabrizio Parenti
    con Eco Andriolo, Nicola Boccardi, Lavinia Contarini, Chiara Pilloni, Nicola Pecora
    colonna sonora originale Tiziana Lo Conte
    suono Paolo Franco

    Magia, sogno, inganni, realtà, iperrealtà e me‑ tateatro, dinamiche e intrighi familiari shake‑ speariani si mescolano in un disordine cosmi‑ co, mitologico ed erotico sul filo dellʼamore inteso come ordine e armonia alla fine del mondo. In realtà descritto nella sua speculare doppiezza: sentimento violento, bestiale e distruttore che nulla crea, ma tutto distrugge e annienta, la maschera sulla realtà, la finzione, le bugie e i tradimenti. Teatro camuffato, antipsicologico e capovolto tra soluzioni atipiche, esilaranti e soprannaturali.

07. Luglio
  • 09:00

    CANTO DEGLI ESCLUSI, CONCERTATO A DUE PER ALDA MERINI con ALESSIO BONI e MARCELLO PRAYER

    PALCOSCENICO

     

    Dopo Pavese e Pasolini, Boni e Prayer scelgo‐ no di continuare il gioco della Poesia nella nudità scenica con Alda Merini, con le voci che si alternano e sʼintrecciano (come sempre) per diventarne Una, a cadenzare la ritmicità del Suo verso di forte intensità emotiva nel grumo di cantraddizioni che lʼhanno abitata. «Abbiamo immaginato d’ascoltare la Sua voce dettarci, come gli antichi rapsodi, il Libro di Poesia da mettere in voce: così è nata la neces- sità di questo altro viaggio che ora proponiamo».

  • 15:30

    IL MUSEO SVELATO ALLA SCOPERTA DEI TESORI NASCOSTI NELLE COLLEZIONI DEL MUSEO a cura di Daniela De Angelis

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    In occasione delle celebrazioni per i 15 anni dallʼinserimento nelle liste dei siti UNESCO delle Necropoli etrusche di Tarquinia e Cerveteri il Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia apre per la prima volta le porte dei suoi depositi, un vero e proprio Museo nel Museo. Una occasione unica per scoprire in compagnia della Direttrice del Museo le collezioni che normalmente non sono esposte, alla sco‐ perta della civiltà etrusca e dei suoi tesori.

  • 15:30

    IL MUSEO SVELATO ALLA SCOPERTA DEI TESORI NASCOSTI NELLE COLLEZIONI DEL MUSEO a cura di Daniela De Angelis

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    In occasione delle celebrazioni per i 15 anni dallʼinserimento nelle liste dei siti UNESCO delle Necropoli etrusche di Tarquinia e Cerveteri il Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia apre per la prima volta le porte dei suoi depositi, un vero e proprio Museo nel Museo. Una occasione unica per scoprire in compagnia della Direttrice del Museo le collezioni che normalmente non sono esposte, alla sco‐ perta della civiltà etrusca e dei suoi tesori.

  • 15:30

    IL MUSEO SVELATO ALLA SCOPERTA DEI TESORI NASCOSTI NELLE COLLEZIONI DEL MUSEO a cura di Daniela De Angelis

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    In occasione delle celebrazioni per i 15 anni dallʼinserimento nelle liste dei siti UNESCO delle Necropoli etrusche di Tarquinia e Cerveteri il Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia apre per la prima volta le porte dei suoi depositi, un vero e proprio Museo nel Museo. Una occasione unica per scoprire in compagnia della Direttrice del Museo le collezioni che normalmente non sono esposte, alla sco‐ perta della civiltà etrusca e dei suoi tesori.

  • 17:00

    LABORATORI DI CERAMICA a cura di Margot Theatre

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Allʼinterno del Museo Archeologico sarà ricre‐ato un vero e proprio laboratorio di ceramica. I ragazzi potranno creare il loro capolavoro come un vero artigiano e scoprire la storia e i segreti della produzione ceramica etrusca.

    Guideranno i laboratori le artiste: 
    Luisa Pietrangeli (pittrice e scultrice)
    Fulvia Squarini (ceramista )

  • 18:30

    UN VIAGGIO MUSICALE ATTRAVERSO IL TEMPO APEIRON SAX QUARTET

    PALCOSCENICO

    ARDEA | MUSICA
    Dario Volante sax soprano
    Roberto Guadagno sax contralto
    Daniele Caporaso sax tenore
    Armando Noce sax baritono


    Il quartetto Apeiron, raccogliendo le sonorità di ciascuno dei sassofoni (soprano, tenore, contralto e baritono), spazia tra diversi generi e stili musicali, dal barocco alla musica contemporanea, dal jazz alla musica etnica, dallʼopera alle colonne sonore, in un viaggio ideale attraverso le epoche e le tradizioni fino alla contemporaneità dei nostri giorni. Il repertorio in programma consente un viaggio musicale che spazia dal ‛600 fino ai nostri giorni.

  • 19:00

    GLI ETRUSCHI SI SVELANO SPETTACOLI TEATRALI ITINERANTI NELLA NECROPOLI

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Spettacolo teatrale itinerante allʼinterno delle Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, sito UNESCO. Un viaggio nel tempo per adulti e bambini, alla scoperta della storia etrusca nella suggestiva cornice delle Necropoli. Lo spettacolo itinerante porterà il visitatore, accompagnato da una guida che introdurrà le principali fasi della storia etrusca, in un susseguirsi di scoperte e incontri con personaggi storici, come il re Tarquinio il Superbo o il generale romano Aulo Cornelio Cosso. La storia degli Etruschi verrà ripercorsa attraverso un copione costruito sulle fonti antiche latine e interpretato a attori professionisti, narrando battaglie, usi e costumi degli Etruschi.

  • 19:00

    PER TERRA E PER MARE VISITA TEATRALIZZATA ALLA NECROPOLI a cura di Margot Theatre

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    La Necropoli della Banditaccia di Cerveteri è uno tra i più importanti e suggestivi siti etruschi. Se della città di Cerveteri si conosce poco, la sua necropoli è un vero e proprio tesoro archeologico, ricco di testimonianze in grado di far luce sugli usi e costumi degli Etruschi. La visita guidata seguirà un percorso fra le principali tombe etrusche a tumulo, accompagnata dagli interventi artistici degli attori. Monologhi e sequenze coreografiche animeranno la visita serale, valorizzando la sugge‐ stiva cornice e la narrazione storica attraverso testi dʼautore e scene originali.

  • 20:30

    STORIA E LEGGENDE

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Quando pellegrini e viaggiatori di ogni tempo giungevano nella Città Eterna la prima cosa che vedevano spuntare dal verde dei prati era Castello, imponente mole posta a difesa della Tomba di Pietro e dellʼimportante passaggio che congiungeva la Roma popolare con quel‑ la Sacra: il Ponte Elio. Castello e Ponte erano lʼuno inconcepibile senza lʼaltro ed entrambi sono stati testimoni involontari dello scorrere degli eventi. Un itine‑ rario che permetterà di conoscere le diverse storie di Roma attraverso le vicende del ca‑ stello in una serie ininterrotta di sviluppi e tra‑ sformazioni che per quasi duemila anni lega‑ rono le sorti di Castello e di Roma.

  • 21:00

    OPERA PIA MARGOT THEATRE

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    di Gianfranco Vergone con Loredana Piedimonte
    regia Nicola Pistola

    Una donna sola, un uomo solo. Lei insegnante di musica, lʼanima menomata da un matrimonio infelice; lui un disperso, senza radici né memoria, proveniente da un paese lontano. Lei è lʼOccidente spaventato e deluso, che si rattrappisce nel suo isolamento, per paura del nuovo, dello sconosciuto. Lui è il Terzo Mondo in fuga, urto, fragilità, rancore, dolore. Su quale piano e a quale livello può avverarsi il loro incontro? Quale il pericolo, quale il prezzo da pagare? In un intenso, variopinto monologo, il racconto di Pia, la sua scelta, la sua caduta, il sogno di una risurrezione, di un incontro forse ancora possibile, al solo patto di non a fermarsi a metà strada: la risposta, qualunque essa sia, si trova oltre ogni ragionevole limite; in fondo allʼabisso del desiderio.

08. Luglio
10. Luglio
  • 21:00

    IL RESTAURO DELLʼADORAZIONE DEI MAGI DEGLI UFFIZI DI LEONARDO Cecilia Frosinini e Patrizia Riitano

    CONVERSAZIONI NELLA LOGGIA, L'ARTE CI RACCONTA

    Nellʼanno di Leonardo, due delle protagoniste del recentissimo restauro dellʼAdorazione dei Magi di Leonardo degli Uffizi — Cecilia Frosi‑ nini e Patrizia Riitano, funzionario storico del‑ lʼarte e funzionario restauratore dellʼOpificio delle Pietre Dure di Firenze — illustrano gli in‑ credibili risultati dellʼintervento conservativo della tavola del maestro fiorentino. Reso quasi illeggibile per secoli a seguito di ridipinture e manomissioni, il dipinto di Leo‑ nardo torna ora a essere uno dei suoi assolu‑ ti capolavori dellʼetà giovanile, tramite una sa‑ pientissima operazione in grado di restituirci informazioni inedite sulla sua tecnica e sulla sua poetica.

  • 21:00

    SALOTTO «FINE OTTOCENTO» SOCIETÀ DI DANZA

    PALCOSCENICO

    Conferenza‐spettacolo sulla vita di società di fine Ottocento, esibizioni danzate e tableaux vivants. Animate da otto danzatori in costume dʼepoca, rievocheranno lʼatmosfera dei balli e delle serate che si tenevano in una casa no‐ bile nella Roma dellʼepoca, illustrando le con‐ suetudini, i giochi, i balli, lʼetichetta, il costume dellʼepoca, con particolare attenzione allʼabito da ballo, arricchite da brevi introduzioni stori‐ che e da aneddoti della vita della nobiltà romana dellʼepoca.

11. Luglio
  • 21:00

    ARCHITETTURE PER NON DIMENTICARE. IL RUOLO SOCIALE DELLʼARCHITETTURA Claudia Conforti

    CONVERSAZIONI NELLA LOGGIA, ARCHITETTURA NECESSARIA

    Honoré de Balzac riteneva che lʼarchitett‑ ura fosse la più sociale delle arti. Agli edifici lʼuomo ha infatti affidato la trasmissione della memoria individuale e lʼaffermazione dellʼid‑ entità e della storia collettiva. Dai sacrari che rimodellarono i luoghi di battaglia della Gran‑ de Guerra al Monumento delle Fosse Ardea‑ tine, epico ideogramma murario del sacrificio per la Patria, questo aspetto dellʼarte del co‑ struire è lʼoggetto delle riflessioni di Claudia Conforti, storica dellʼarchitettura e membro dellʼAccademia Nazionale di San Luca e del‑ lʼAccademia di Belle Arti di Perugia.

    Introduce e presenta Orazio Carpenzano

  • 21:00

    ASTOLFO SULLA LUNA Emanuele Trevi ci racconta una delle scene più fantasiose dellʼOrlando Furioso

    MODULI LUNARI

    PALAZZO FARNESE, CAPRAROLA 

    Lʼ«Orlando Furioso» di Ludovico Ariosto non è solo una delle grandi opere della letteratu‑ ra mondiale, ma anche un racconto epico che ha ispirato centinaia di artisti a seguire. Tra questi Luca Ronconi e Edoardo Sangui‑ neti, la cui versione teatrale dellʼ«Orlando» fu girata, per la televisione, proprio nel museo di Caprarola. Emanuele Trevi, uno degli scrittori più interessanti di oggi, ripercorrerà proprio in quelle stesse stanze una delle più fantasiose immaginazioni letterarie della Luna: il viaggio di Astolfo.

  • 21:00

    RECITAL PIANISTICO Alessandro Taverna

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    Alessandro Taverna si è formato alla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro, diplomandosi a diciassette anni col massimo dei voti. Nel 2009 ha partecipato al Leeds International Piano Competition: da allora la sua carriera ha conosciuto un intenso sviluppo che lo ha portato a esibirsi per le più importanti istituzioni musicali. Ha collaborato con i più importanti direttori e suonato con le orchestre più rinomate del mondo. Nel 2012 Alessandro Taverna ha ricevuto dal Quirinale il “Premio Presidente della Repubblica” per meriti artistici.

12. Luglio
  • 21:00

    CANTO LIBERO DOCTOR3

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    Danilo Rea pianoforte
    Enzo Pietropaoli contrabbasso
    Fabrizio Sferra batteria

    Omaggio a Battisti.
    Il Canto libero di Doctor3 si permette di giocare con le note che sono nella memoria e nel cuore di tutti con rispetto e semplicità, caratteristiche che lʼensemble ha sempre espresso nellʼinterpretare successi indimenticabili nel suo stile. Uno stile che è diventato nel tempo un marchio di fabbrica e che è garanzia di originalità, ma anche di fedeltà agli autori e ai compositori. Un regalo per chi ha la musica di Battisti nel cuore e una scoperta di melodie inimitabili per chi non lo conosce così bene e che non potrà non innamorarsi di questa “libera” versione.

  • 21:00

    GIOVANNI ALLEVI PIANO SOLO TOUR - Summer 2019

    RASSEGNE, ANFITEATRO

    Giovanni Allevi torna a calcare i palchi dʼItalia con un tour estivo di pianoforte solo.
    Allevi compositore e pianista, con il carisma e la leggerezza che lo contraddistinguono, attraverso una scaletta che alternerà le atmo‐ sfere seducenti delle ultime composizioni e i brani più celebri della sua ventennale carriera, renderà magica questa note.

  • 21:00

    KYLE EASTWOOD BAND

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    Kyle Eastwood, figlio maggiore del regista Clint Eastwood, è cresciuto ascoltando i grandi del jazz, da Miles Davis a Duke Ellington. Grazie alla passione dei genitori per la musica, Kyle spronato e supportato dal padre, ha iniziato a suonare il contrabbasso e il basso elettrico. Negli ultimi dieci anni ha partecipato a festival in tutto il mondo. La sua musica fonde swing e groove con le armonie funk. È considerato un bassista virtuoso e un compositore di grande talento con un orecchio attento sia per i grandi pezzi della storia della musica, che per il jazz contemporaneo.

13. Luglio
  • 17:30

    MELODIE ETRUSCHE LA MUSICA AL TEMPO DEGLI ETRUSCHI

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Visita tematica alle tombe
    in collaborazione con il Comune di Tarquinia

    Gli Etruschi vengono rappresentati come un popolo gaudente, dedito alle arti e alla convivialità. In occasione della mostra «Archeomusica», organizzata dal Comune di Tarquinia presso la Sala Capitolare degli Agostiniani, attraverso una serie di visite guidate il pubblico scoprirà il rapporto fra gli Etruschi e lʼarte di Euterpe, attraverso i loro strumenti musicali come testimoniati dalle scoperte archeologiche e dalle raffigurazioni presenti nelle tombe dipinte della Necropoli di Monterozzi.

  • 17:30

    MELODIE ETRUSCHE LA MUSICA AL TEMPO DEGLI ETRUSCHI

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Visita tematica alle tombe
    in collaborazione con il Comune di Tarquinia

    Gli Etruschi vengono rappresentati come un popolo gaudente, dedito alle arti e alla convivialità. In occasione della mostra «Archeomusica», organizzata dal Comune di Tarquinia presso la Sala Capitolare degli Agostiniani, attraverso una serie di visite guidate il pubblico scoprirà il rapporto fra gli Etruschi e lʼarte di Euterpe, attraverso i loro strumenti musicali come testimoniati dalle scoperte archeologiche e dalle raffigurazioni presenti nelle tombe dipinte della Necropoli di Monterozzi.

  • 20:30

    CASTELLO CON VISTA Alessandra Mezzasalma, Marta Rivaroli

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Il terrazzo dellʼangelo rappresenta il punto più alto del Castello, dominato dalla colossale statua dellʼArcangelo Michele, opera di Peter Anton van Verschaffelt. Scenario delle «Girandole», lʼimponente gioco di fuochi pirotecnici che si teneva sulla som‑ mità del castello in occasione delle elezioni pontificie e di ricorrenze religiose, il terrazzo permette di ammirare la città di Roma dal‑ lʼalto e di ripercorrere la storia della sua asce‑ sa e del suo sviluppo nei secoli.

  • 21:00

    CANZONI CONTRO LA DISATTENZIONE IN BOX MARINA REI e PAOLO BENVEGNÙ

    LUCI SU FORTUNA

    Da un incontro nato per restituire una narra‐ zione unica e disarmante, fatta di canzoni del passato, del presente e del futuro parte lʼavventura musicale Canzoni contro la Disattenzione in box.

    Un concerto di esposizione della memoria, di disobbedienza verso la disattenzione e di gioiosa appartenenza, che si sviluppa tra brani inediti, riletture di classici della canzone italiana e momenti più significativi dei rispettivi repertori, in cui Marina Rei e Paolo Benvegnù giocano e sperimentano, come fosse un dialogo confidenziale tra due amici.

14. Luglio
  • 17:30

    MELODIE ETRUSCHE LA MUSICA AL TEMPO DEGLI ETRUSCHI

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Visita tematica alle tombe
    in collaborazione con il Comune di Tarquinia

    Gli Etruschi vengono rappresentati come un popolo gaudente, dedito alle arti e alla convivialità. In occasione della mostra «Archeomusica», organizzata dal Comune di Tarquinia presso la Sala Capitolare degli Agostiniani, attraverso una serie di visite guidate il pubblico scoprirà il rapporto fra gli Etruschi e lʼarte di Euterpe, attraverso i loro strumenti musicali come testimoniati dalle scoperte archeologiche e dalle raffigurazioni presenti nelle tombe dipinte della Necropoli di Monterozzi.

  • 19:30

    CONCERTO GOSPEL CHICAGO HIGH SPIRITS

    PALCOSCENICO

    Charlie Canon, Joy Garrison, Fatimah Provillon, Orlando Johnson, Kevin Ettienne, Davide Pistoni

    Usando lo strumento al loro più consono, la musica, i cantanti invitano lo spettatore a seguirli mentre percorrono lo sviluppo storico del genere Spiritual e non solo.
    Le canzoni scelte rappresentano ciascuna un momento particolare nel passaggio attraver‐ so la cultura afro‐americana e la sua musica: le origini della musica blues, soul e jazz sono tutte qui. Ogni canzone è una celebrazione della vita passata e presente, unʼelevazione dello spirito.

  • 20:00

    PINOCCHIATA

    SERE D'ARTE, I BAMBINI E ARTCITY

    adattamento e regia Patrizia Mazzoni
    con Isabella Quaia

    Pinocchiata invita i piccoli ad assaporare una “gustosa” prima lettura del libro e risveglia nei grandi il desiderio di rileggerlo. In Pinocchiata lo spettatore si trova inglobato nello spazio scenico, immerso nella geografia fantastica pinocchiesca. Ogni spettatore si sente un po’ Pinocchio, coinvolto in un viaggio sensoriale che si dipana attraverso luoghi, atmosfere, distanze e scansioni temporali, invettive verbali e sentenze proverbiali.

  • 21:00

    AVEC LE TEMPS GIOVANNI GUIDI QUINTET

    PALCOSCENICO

    Giovanni Guidi piano
    Dan Kinzelmansax tenore
    Roberto Cecchetto chitarra
    Joe Rehmer basso
    Federico Scettri batteria

    Il nuovo progetto di Guidi «Avec Le Temps», si muove lungo coordinate artistiche che suscitano un impatto immediato, con particolare enfasi su un personalissimo aspetto melodi‐ co e lirico, che non disdegna ampie digressioni in territori più imprevedibili e meno esplorati. Progetto condiviso con Kinzelman, uno dei sassofonisti di punta del giovane jazz italiano, al guru della chitarra Cecchetto, alla giovane promessa del contrabbasso Rehmer e al fe‐ dele compagno di tante avventure, il batteri‐ sta Scettri.

  • 21:00

    TRA ORIENTE E OCCIDENTE ORCHESTRA MANDOLINISTICA ROMANA

    PALCOSCENICO

    LʼOrchestra mandolinistica romana è composta di venti elementi (10 mandolini, 3 mando‐ le, 5 chitarre, mandoloncello e contrabbasso), con un programma di musiche che riecheg‐ giano rapporti tra culture di popoli e paesi del Mondo, con particolare riferimento, in aderenza al complesso religioso che li ospita, al rapporto tra Occidente e Oriente. Una carrellata di brani classici e della cultura popolare, dai colori e dai ritmi fortemente caratteristici, in una sorta di world music ante litteram.

15. Luglio
  • 21:00

    IL PROGETTO E IL SUO SPAZIO Paola Viganò

    CONVERSAZIONI NELLA LOGGIA, ARCHITETTURA NECESSARIA

    Quale ruolo ha il progetto nel disegno delle città e del territorio? Può contribuire alla co‑ struzione sociale della speranza? Può una strategia di progetto concorrere a costruire un mondo migliore reintroducendo fiducia nel futuro? Le discipline legate alle trasformazio‑ ni spaziali hanno sempre contribuito ad ela‑ borare una visione del mondo e sistemi di va‑ lori condivisi. A partire da alcune esperienze e ricerche, lʼintervento di Paola Viganò si propo‑ ne di discutere del ruolo del progetto e della sua necessità, oggi. Paola Viganò, architetto e urbanista è professore a Losanna e a Ve‑ nezia. Nel 1990, ha fondato Studio insieme a Bernardo Secchi. Ha realizzato numerosi pro‑ getti in Europa e vinto premi e concorsi di rile‑ vanza internazionale.

    Introduce e presenta Orazio Carpenzano

16. Luglio
  • 21:00

    VOI CH’ASCOLTATE LEOPARDI di Chiara Fenoglio

    CONVERSAZIONI NELLA LOGGIA, VOI CH’ASCOLTATE…

    «Lʼinfinito» di Giacomo Leopardi compie due‑ cento anni. Chiara Fenoglio, appassionata studiosa di letteratura italiana antica e mo‑ derna, rilegge lʼopera del giovane recanatese spiegando in quale senso i suoi versi possono rappresentare, ancora oggi, grazie alle inter‑ pretazioni e alle energie conoscitive che conti‑ nuano a suscitare, uno strumento unico e pre‑ zioso per comprendere il nostro patrimonio culturale più autentico e consegnarlo, con rin‑ novata speranza, alle prossime generazioni.

17. Luglio
  • 21:00

    ORCHESTRA BOTTONI Ospite NERI MARCORÈ

    RASSEGNE, ANFITEATRO

    Antonella Costanzo voce percussioni
    Alessandro DʼAlessandro organetto solista, live electronics, coordinamento
    Silvia Di Bello, Elisa Di Bello, Gianfranco Onairda, Giuseppe Di Bello, Matteo Mattoni, Angelo Di Bello organetti
    Matteo Di Prospero organetto basso, sax
    Mario Mazzenga basso
    Raffaele Di Fenza batteria, percussive

    Nata dallʼincontro di musicisti delle province di Roma, Frosinone, Latina e Napoli, lʼOrchestra Bottoni è considerata uno dei gruppi più inediti nel panorama della world-music italiana. Caratteristica di questo insolito ensemble è lʼorganico strumentale, costituito principalmente da organetti diatonici, da cui il nome Orchestra a Bottoni. Nel tempo il gruppo si è progressivamente affrancato dalla riproposta di materiale popolare per approdare ad una musica più contemporanea contribuendo al rinnovamento del repertorio e dellʼimmagine dello strumento. Le atmosfere sono varie, come la provenienza dei brani, con uno stile che spazia dal classico al contemporaneo, con sfumature di funky, reggae, afrobeat etc. LʼOrchestra vanta numerose collaborazioni live e discografiche (tra i tanti, Daniele Sepe, Fausto Mesolella, Petra Magoni, Roberto An‐ gelini, Angelo Branduardi).

18. Luglio
  • 21:00

    COSTRUIRE PER IL BENE COMUNE Pia Durisch e Aldo Nolli

    CONVERSAZIONI NELLA LOGGIA, ARCHITETTURA NECESSARIA

    Lʼarchitettura nasce e si sviluppa a partire dal suo radicamento nel luogo nel quale si inseri‑ sce, che sia uno spazio urbano o un paesag‑ gio prevalentemente naturale. La necessità di rapportarsi con il contesto genera un approc‑ cio volto a implementare la dimensione pub‑ blica dellʼarchitettura, tanto nella ricucitura di rapporti preesistenti quanto nella trasforma‑ zione del patrimonio. I progetti dello studio ticinese Durisch+Nolli si distinguono per tale vocazione alla pubblica utilità. Durisch + Nolli vivono lʼArchitettura come sforzo volto a co‑ struire oggetti utili per comunità pubbliche e private. Lʼidea di “costruire qualcosa”, qualco‑ sa di utile per la società è fonte di grande sod‑ disfazione. In questo senso, la professione dellʼArchitetto rivela il suo più grande fascino.

    Introduce e presenta Orazio Carpenzano

  • 21:00

    GIOVANNI GUIDI PIANO SOLO

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    Giovanni Guidi, classe 1985, è uno dei pianisti europei più interessanti in circolazione. Scoperto da Enrico Rava quindici anni fa, continua ancora ad essere uno dei suoi collaboratori preferiti. In verità Guidi già da diversi anni frequenta il jazz che conta. È un artista con gli occhi e la mente aperti sul mondo e non separa la sua musica, lirica e melodica, dal contesto sociale e quindi da contaminazioni con altre espressioni artistiche o da suggestioni provenienti dal mondo che ci circonda.

  • 21:00

    GIOVEDÌ... SWING HOT GRAVEL ESKIMOS

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    Marcella Malacrida voce

    Paolo De Ceglie tromba
    Lorenzo Baldasso sax contralto, clarinetto, voce
    Sophia Tomelleri sax tenore, clarinetto, voce Mauro L. Porro pianoforte, sax soprano, cornetta, voce
    Yuri Biscaro chitarra
    Marco Rottoli contrabbasso
    Fabrizio Carriero batteria, percussioni

    Primo dei 4 appuntamenti dedicati alla musica swing. Gli Hot Gravel Eskimos riscoprono il piacere della tradizione jazzistica per mezzo dellʼesecuzione di un repertorio musicale di brani noti e meno noti della terza e quarta decade del secolo scorso, attraverso lʼuso di strumentazione dʼepoca, orchestrazioni fedelmente riprodotte dagli antichi dischi a 78 giri e, ultimo ma non meno importante, lʼimpiego di look ed una presenza scenica ispirate alle mode della «Swing era».

  • 21:00

    VOLEVAMO LA LUNA Andrea Cortellessa

    MODULI LUNARI

    MUSEO HENDRIK CHRISTIAN ANDERSEN, ROMA

    Andrea Cortellessa racconta la Luna in poesia e le reazioni delle avanguardie artistiche di fronte allʼAllunaggio.
    Quello della Luna è desiderio di un Altrove ra‑ dicale che lʼAllunaggio, nel luglio del 1969, in‑ sieme realizza e demistifica. Le reazioni de‑ gli scrittori italiani (da Ungaretti a Calvino, da Zanzotto alla Ortese e Ceronetti) sono con‑ traddittorie. Lʼ«Orlando Furioso» di Luca Ron‑ coni ed Edoardo Sanguineti segna il com‑ pimento e la conclusione della traiettoria dellʼavanguardia. Un doppio legame assunto anche dal cinema («2001 Odissea nello spa‑ zio» di Stanley Kubrik) e dallʼarte («Luna» di Fabio Mauri) di quel tempo.

19. Luglio
  • 20:30

    CASTELLO CON VISTA Alessandra Mezzasalma, Marta Rivaroli

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Il terrazzo dellʼangelo rappresenta il punto più alto del Castello, dominato dalla colossale statua dellʼArcangelo Michele, opera di Peter Anton van Verschaffelt. Scenario delle «Girandole», lʼimponente gioco di fuochi pirotecnici che si teneva sulla som‑ mità del castello in occasione delle elezioni pontificie e di ricorrenze religiose, il terrazzo permette di ammirare la città di Roma dal‑ lʼalto e di ripercorrere la storia della sua asce‑ sa e del suo sviluppo nei secoli.

  • 21:00

    LA RICETTA SEGRETA DEI FARNESE VISITA TEATRALIZZATA DELLE CUCINE DEL PALAZZO

    PALCOSCENICO

    con Giovanna Barberio, Gerardo Dino Ruggiero e Paola Sarcina
    costumi Francesca Staccioli

    La ricetta segreta dei Farnese è una scena teatrale che, prendendo spunto da una cronaca di fine Cinquecento dove si narra di una visita di papa Clemente VIII a Caprarola, guida il pubblico nella visita delle cucine del palazzo. Tre attori, nelle vesti di un cuoco, una sguattera di cucina e della fantesca di palazzo animano le cucine, offrendo spunti e informazioni sugli usi e costumi culinari del tardo Rinasci‐ mento.

    La scena viene ripetuta nel corso della serata, per consentire ai visitatori la partecipazione.

     

  • 21:00

    LʼISOLA DI ARTURO DI ELSA MORANTE

    MEDITERRANEA

    con Iaia Forte 
    collaborazione drammaturgica
    Carlotta Corradi

    Procida, nel romanzo, è come lʼanima di Artu‐ ro, un luogo incantato e innocente, che verrà abbandonato dal protagonista nellʼetà in cui si abbandona la propria infanzia. LʼIsola e Arturo sono quindi lo stesso corpo, selvatico e denso, sono lʼinfanzia e lʼinnocenza e il romanzo racconta magnificamente quel “rito di passaggio” da unʼetà allʼaltra, così traumatico per tutti noi. Ho deciso di lavorare su questo romanzo per il piacere di comunicare una lingua così bella, e per passare del tempo in compagnia di “Quellʼisola”, di quel tempo perduto, che è per tutti noi, il nutrimento più vitale dellʼimmaginazione.

  • 21:00

    PAROLE NOTE GIANCARLO GIANNINI MARCO ZURZOLO QUARTET

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    Questo recital di Giancarlo Giannini è un singolare incontro di letteratura e musica. Lʼattore, particolarmente esperto nellʼanalisi della parola, recita una serie di brani e poesie al grande pubblico da Pablo Neruda, Garcia Lorca, Marquez, ai più classici come Shakespeare, Angiolieri, Salinas. Vari autori e un unico tema: lʼamore, la donna, la passione, la vita. Lʼattore conduce gli spettatori in atmosfere mistiche, malinconiche, amorose ed ironiche, in un viaggio dal ‛200 fino ad arrivare ai giorni nostri. Giannini è accompagnato da una serie di brani inediti del sassofonista partenopeo Marco Zurzolo, suonati dal suo quartetto.

20. Luglio
  • 19:00

    GLI ETRUSCHI SI SVELANO SPETTACOLI TEATRALI ITINERANTI NELLA NECROPOLI

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Spettacolo teatrale itinerante allʼinterno delle Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, sito UNESCO. Un viaggio nel tempo per adulti e bambini, alla scoperta della storia etrusca nella suggestiva cornice delle Necropoli. Lo spettacolo itinerante porterà il visitatore, accompagnato da una guida che introdurrà le principali fasi della storia etrusca, in un susseguirsi di scoperte e incontri con personaggi storici, come il re Tarquinio il Superbo o il generale romano Aulo Cornelio Cosso. La storia degli Etruschi verrà ripercorsa attraverso un copione costruito sulle fonti antiche latine e interpretato a attori professionisti, narrando battaglie, usi e costumi degli Etruschi.

  • 21:00

    ACOUSTIC WORLD ENZO AVITABILE

    MEDITERRANEA

    Enzo Avitabile voce, arpina, fiati, tamburo
    Gianluigi Di Fenz chitarra
    Emidio Ausiell percussioni

    Nella “sua” World Music Enzo Avitabile ha saputo sposare il bagaglio artistico di una carriera ormai trentennale con una ricerca continua di innovazione musicale, con uno sguardo sempre attento al sociale, cantando le sofferenze degli ultimi ma anche le loro speranze, che sono le speranze di una grossa parte della popolazione del mondo. Con Acoustic World Avitabile ripercorre in chiave acustica (formazione in trio) gli ultimi 15 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi.

  • 21:00

    EU TE AMO - THE MUSIC OF TOM JOBIM

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    Daniele Di Bonaventura e Giovanni Ceccarelli

    Daniele di Bonaventura e Giovanni Ceccarelli suonano insieme dal 2013. Il loro è un incontro suggerito dal desiderio reciproco di dare voce a questo inedito duo: bandoneon e pianoforte. Entrambi pianisti di formazione, sono uniti da più di un’affinità a livello artistico: prolifici compositori, amano particolarmente gli organici strumentali ridotti, che permettono di esprimere le più sottili nuance e di utilizzare sapientemente lo spazio ed il silenzio a fine espressivo.

  • 21:00

    RISORGIMENTO POP FROSINI/TIMPANO

    PALCOSCENICO

    con Daniele Timpano e Valerio Malorni
    testo e regia Daniele Timpano e Marco Andreoli
    disegno luci Marco Fumarola
    musiche aggiuntive Marco Maurizi
    collaborazione artistica Elvira Frosini

    Risorgimento pop è uno spettacolo sullʼItalia che non cʼè, sullʼItalia che non sorge, che se è risorta, è rimorta, uno spettacolo sul Risorgimento, sui quattro padri della patria, Mazzini, Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele, e sul suo antipapà, Pio IX. Due attori, risorti e rimorti, immortali cadaveri, soli in scena, in mancanza di Italia. Per un risorgimento pop.

     

  • 21:00

    SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE TEATRO MOBILE

    PALCOSCENICO

    BAGNAIA DI VITERBO | TEATRO

    riscrittura di Pina Catanzariti
    regia di Marcello Cava
    con la collaborazione di Raffaele Gangale
    con Galliano Mariani e Fabrizio Parenti
    con Eco Andriolo, Nicola Boccardi, Lavinia Contarini, Chiara Pilloni, Nicola Pecora
    colonna sonora originale Tiziana Lo Conte
    suono Paolo Franco

    Magia, sogno, inganni, realtà, iperrealtà e me‑ tateatro, dinamiche e intrighi familiari shake‑ speariani si mescolano in un disordine cosmi‑ co, mitologico ed erotico sul filo dellʼamore inteso come ordine e armonia alla fine del mondo. In realtà descritto nella sua speculare doppiezza: sentimento violento, bestiale e distruttore che nulla crea, ma tutto distrugge e annienta, la maschera sulla realtà, la finzione, le bugie e i tradimenti. Teatro camuffato, antipsicologico e capovolto tra soluzioni atipiche, esilaranti e soprannaturali.

21. Luglio
  • 17:30

    ALLA RICERCA DEI CAVALLI ALATI CACCIA AL TESORO a cura di Soc. Coop. Artemide guide

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Allʼinterno di Palazzo Vitelleschi, sede del Mu‐

    seo Archeologico, si svolgerà una vera e propria caccia al tesoro con ambientazione storica: ai “detective” verranno posti degli enigmi inerenti storia e cultura del popolo etrusco, attraverso la cui soluzione, le squadre potranno reperire riproduzioni di frammenti di preziosi reperti etruschi, esposti nel Museo. La squadra che per prima sarà riuscita a ricostruire i preziosi reperti vincerà la sfida, assicurandosi anche il riconoscimento di un premio sim‐ bolico “in tema” con la giornata. I partecipanti verranno divisi in squadre; ogni squadra sarà seguita da due operatori che forniranno informazioni sul percorso, mappe e aiuteranno i partecipanti a risolvere gli enigmi.

  • 20:30

    VOLTI E VOCI DEL CASTELLO

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Conoscere Castel SantʼAngelo attraverso i racconti e le storie dei personaggi che in va‑ rio modo lo hanno abitato: dallʼanima vagula blandula dellʼimperatore Adriano che ci tra‑ manda la sua visione dellʼUniverso resa ar‑ chitettura, al lucean le stelle di Cavaradossi, protagonista dellʼopera lirica Tosca, passan‑ do attraverso le storie ed i racconti di celebri e oscuri personaggi come Marozia che proprio qui celebrò il suo matrimonio, Benvenuto Cel‑ lini che ci racconta come riuscì abilmente ad evadere dalla fortezza fino al controverso Ca‑ gliostro, forse mago o forse abile truffatore

  • 21:00

    CIAK SI GIRA!...CINE..MÀ ALMA MANERA

    RASSEGNE, ANFITEATRO

    con la partecipazione di Beppe Convertini scenografia multimediale Enrico Manera scritto e diretto da Maria Pia Liotta

    Serata dedicata alla grande musica e al cinema, con le colonne sonore del film dʼautore interpretate da Alma Manera e raccontate da Beppe Convertini. Tra i maestri cui si devono pagine indimenticabili per il cinema e la fiction, hanno scritto per questa grande interprete: Stelvio Cipriani, Paolo Limiti, Guido e Maurizio De Angelis, Joan Louis Bacalov, Fa‐ bio Frizzi. Alma Manera, con il piglio di attrice e la sua versatile Voce sarà accompagnata

    al pianoforte da Kozeta Prifti. Uno spettacolo scintillante, condito dai ballerini «The Queen», e un omaggio ai grandi compositori ed autori del cinema internazionale: Chaplin, Porter, Morricone, Rota, Cipriani, Piovani, Ortolani, Mancini ed altri ancora. A Beppe Convertini il compito di narrare i monologhi tratti da grandi film con una sua personalissima interpretazione. La scenografia multimediale è curata dal noto artista visivo Pop-Art Enrico Manera.

  • 21:00

    FANTASIA SCENICA SUI MITI DEL LAZIO ANTICO

    MEDITERRANEA

    LʼORACOLO DI FAUNO
    con Lorenzo Profita, Diana Forlani, Dino Ruggiero, Gabriele Sisci, Beatrice Di Persio, Ronny Loparco, Silvia Iannoli e Federica Lanza flauto e percussioni Federico Di Maio drammaturgia Letizia Staccioli
    regia Paola Sarcina
    costumi Francesca Staccioli

    La rappresentazione ripropone le leggende celebrate da Virgilio nellʼEneide: racconta lʼar- rivo di Enea nel Lazio, lʼincontro con il Re Latino, lʼoracolo del dio Fauno che, apparso in sogno al re, gli svelerà il destino della sua stirpe. Il duello con Turno e, infine, il matrimonio tra Enea e Lavinia, che sancirà la nascita della nuova progenie di Roma. Gli episodi narrati (il sogno del re Latino, lʼoracolo di Fauno, il ma‐ trimonio di Enea e Lavinia) vengono evoca‐ ti da azioni sceniche accompagnate da musiche e canti. Lo spettacolo raggiunge il suo culmine in una sfrenata danza rituale in onore del dio Fauno.

  • 21:00

    IL GRANDE GATSBY ADRIANO GIANNINI e NICO GORY SWING 10TET

    LUCI SU FORTUNA

    Swing Orchestra, Prima nazionale
    Nico Gori leader arrangiamenti, clarinetto Michela Lombardi voce
    Piero Frassi pianoforte
    Nino Swing Pellegrini doublebass Vladimiro Carboni drums
    Mattia Donati chitarra, voce
    Tommaso Iacoviello tromba
    Renzo Cristiano Telloli alto sax
    Moraldo Marcheschi sax tenore
    Silvio Bernardi trombone
    Iacopo Crudeli voce
    testo di Tommaso Mattei, Khorateatro distribuzione esclusiva
    AidaStudio e Cabiria produzioni

    Il Nico Gori Swing 10tet presenta un reper‐ torio formato da brani della tradizione delle storiche big band, di autori come Benny Go‐ odman e Count Basie e brani originali dello stesso Gori, ispirati alla tradizione swing degli anni ‛30. Lo spettacolo, per la voce di Adria‐ no Giannini, dà doppia parola a Nick Carraway —il narratore guida dellʼintramontabile roman‐ zo di Fitzgerald e considerato il «manifesto» degli Stati Uniti degli anni ‛20 — e alla figura, misteriosa e ambigua di Jay Gatsby, un self made man ossessionato dalla figura dellʼam‐ ata Daisy, e che rappresenta i miti e le con‐ traddizioni del «sogno americano».

23. Luglio
24. Luglio
  • 20:30

    I MILLE VOLTI DI CASTELLO:DA MAUSOLEO A FORTEZZA A MUSEO

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Le trasformazioni e i cambiamenti di uso av‑ venuti in circa duemila anni di storia hanno profondamente modificato lʼaspetto e le fun‑ zioni originarie di Castel SantʼAngelo, nato come mausoleo dellʼimperatore Adriano.

     

    Ore 20:30
    IL MAUSOLEO DI ADRIANO ORIGINE DI UN MONUMENTO

    La visita ripercorrerà il percorso originario del monumento permettendo di comprende‑ re dimensioni, forma e andamento di questo grandioso monumento funebre, sofferman‑ dosi nellʼambiente più sacro del mausoleo: la sala delle urne, in cui erano custodite le spo‑ glie della famiglia imperiale fino al tempo di Caracalla.

     

    Ore 22:30
    IL CASTELLO E LA DIMORA PAPALE
    La visita sarà incentrata sulle trasformazioni del Monumento dapprima in avamposto forti‑ ficato inespugnabile, difeso dai lunghi cammi‑ namenti di marciaronda e munito di «segrete celle» per i prigionieri, e successivamente in splendida dimora rinascimentale abbellita ne‑ gli anni dai pontefici che vi hanno soggiorna‑ to.

25. Luglio
  • 09:00

    GIOVEDÌ... SWING LUCA FILASTRO & ORCHESTRA

    IMMAGINARIO ETRUSCO

    Luca Filastro piano, arrangiamenti Francesco Lento tromba

    Tiziano Ruggieri tromba
    Francesco Fratini tromba
    Giacomo Serini tromba
    Claudio Giusti sax alto
    Giuseppe Ricciardo sax tenore
    Piercarlo Salvia sax tenore e clarinetto
    Piersimone Crinelli sax baritono
    Gino Cardamone chitarra
    Vincenzo Florio contrabbasso
    Emanuele Zappia batteria

    Luca Filastro, pianista, compositore, arrangiatore e band-leader, mette insieme alcuni dei migliori musicisti della scena jazz italiana proponendo un repertorio che prevede una serie di brani originali sapientemente miscelati ad alcuni standard. Lʼorchestra, che affonda le proprie radici nel solco della tradizione delle grandi Big Band, come quella di Count Basie, Duke Ellington e Fletcher Henderson, esprime unʼidentità musicale fresca e moderna, sia grazie agli arrangiamenti originali, sia per mezzo dello spazio concesso alle improvvisa‐ zioni dei singoli musicisti e alle loro individualità musicali.

  • 21:00

    MUSIC FOR HOPE Aeham Ahmad

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    Le note di un pianoforte come risposta a guerra e distruzione. Il siriano Aeham Ahmad attraverso la musica racconta la sua vita da profugo che lo ha portato dal campo di Yarmouk, un sobborgo a sud di Damasco, all’esilio in Germania da dove ha iniziato a girare il mondo tenendo concerti per testimoniare il dolore della sua famiglia e quello di un popolo intero. Ha ricevuto un premio per il suo impegno a favore dei diritti umani, realizzato un disco “Music For Hope” e conquistato il premio Beethoven.

  • 21:00

    RUBENS A ROMA Raffaella Morselli

    CONVERSAZIONI NELLA LOGGIA, L'ARTE CI RACCONTA

    Nel periodo in cui il pittore fiammingo Pietro Paolo Rubens si stabilì in Italia, dal luglio del 1600 allʼottobre del 1608, Roma divenne la sua città di riferimento. Le antichità classi‑ che e la brillante società artistica dellʼepoca, con le infinite possibilità di committenza che lʼUrbe offriva, furono unʼoccasione di lancio per la sua incredibile carriera internaziona‑ le. Nella città eterna lasciò due cicli pittorici pubblici, a Santa Croce in Gerusalemme e alla Chiesa Nuova, e una scia di amici e colleghi fiamminghi e italiani che segnerà profonda‑ mente la sua carriera. La conversazione — te‑ nuta da Raffaella Morselli, studiosa di fama internazionale del maestro e docente dellʼUn‑ iversità di Teramo — si muoverà su questi due poli: Rubens pittore fiammingo e la società ar‑ tistica romana tra 1600 e 1608.

26. Luglio
  • 20:30

    I MILLE VOLTI DI CASTELLO:DA MAUSOLEO A FORTEZZA A MUSEO

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Le trasformazioni e i cambiamenti di uso av‑ venuti in circa duemila anni di storia hanno profondamente modificato lʼaspetto e le fun‑ zioni originarie di Castel SantʼAngelo, nato come mausoleo dellʼimperatore Adriano.

     

    Ore 20:30
    IL MAUSOLEO DI ADRIANO ORIGINE DI UN MONUMENTO

    La visita ripercorrerà il percorso originario del monumento permettendo di comprende‑ re dimensioni, forma e andamento di questo grandioso monumento funebre, sofferman‑ dosi nellʼambiente più sacro del mausoleo: la sala delle urne, in cui erano custodite le spo‑ glie della famiglia imperiale fino al tempo di Caracalla.

     

    Ore 22:30
    IL CASTELLO E LA DIMORA PAPALE
    La visita sarà incentrata sulle trasformazioni del Monumento dapprima in avamposto forti‑ ficato inespugnabile, difeso dai lunghi cammi‑ namenti di marciaronda e munito di «segrete celle» per i prigionieri, e successivamente in splendida dimora rinascimentale abbellita ne‑ gli anni dai pontefici che vi hanno soggiorna‑ to.

  • 21:00

    DAL BAROCCO AL TANGO DUO LUIGI PUXEDDU e ALBERTO BOCINI In collaborazione con Beethoven Festival Sutri

    PALCOSCENICO

    Il concerto Dal Barocco al Tango è affidato ad un Duo dallʼinedito impasto timbrico, formato dal violoncellista Puxeddu, per anni violoncello solista dei «Solisti Veneti» e dei «Solisti Filarmonici Italiani», e dal contrabbassista Bocini, a lungo primo contrabbasso allʼ«Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino». I due solisti salgono sul palco per un concerto ricco e stimolante, in un Duo che rispecchia le glorie strumentali dellʼItalia ottocentesca che con Bottesini poneva il contrabbasso ai vertici del virtuosismo strumentale europeo.

  • 21:00

    PAROLE NOTE URBANO BARBERINI, ANTONIO FIGURA

    LUCI SU FORTUNA

    Produzione originale
    Urbano Barberini voce
    Antonio Figura pianoforte

    Le parole note. Un gioco di parole che mette insieme musica e brani celebri di vari autori, dando vita al duetto tra le letture di Barberini e il pianoforte di Figura, in un perfetto equilibrio tra musica e parole. Due personalità che denotano curiosità e necessitano di ricerca ed esplorazione. Lʼimprovvisazione è il filo conduttore dello spettacolo. Le loro anime di improvvisatori liberi sono la sorgente di molteplici idee e il materiale musicale e letterario è materia grezza in cui affondare le mani.

  • 22:30

    THÉO CECCALDI TRIO «DJANGO»

    LUCI SU FORTUNA

    Prima nazionale
    Théo Ceccaldi violino
    Thibault Cellier contrabbasso Guillaume Aknine chitarra

    Ceccaldi è la nuova perla del jazz francese, tanto che il critico Michel Contat ha scritto: «Théo Ceccaldi suona il violino con una maestria che rinnova ciò che pensavamo lo strumento potesse fare!». Con ONJ di Olivier Be‐ noit, in trio, in duo con Roberto Negro, con il trio Django, con il Tricollectif, in Francia e in Europa, è ovunque, con rigore e creatività. Con il trio Django ha voluto offrire una nuova lettura del lavoro di Django Reinhard, una splendida opportunità per mostrare lʼassoluta libertà della sua ispirazione.

27. Luglio
  • 19:00

    GLI ETRUSCHI SI SVELANO SPETTACOLI TEATRALI ITINERANTI NELLA NECROPOLI

    ETRUSCHI ALLO SPECCHIO

    Spettacolo teatrale itinerante allʼinterno delle Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, sito UNESCO. Un viaggio nel tempo per adulti e bambini, alla scoperta della storia etrusca nella suggestiva cornice delle Necropoli. Lo spettacolo itinerante porterà il visitatore, accompagnato da una guida che introdurrà le principali fasi della storia etrusca, in un susseguirsi di scoperte e incontri con personaggi storici, come il re Tarquinio il Superbo o il generale romano Aulo Cornelio Cosso. La storia degli Etruschi verrà ripercorsa attraverso un copione costruito sulle fonti antiche latine e interpretato a attori professionisti, narrando battaglie, usi e costumi degli Etruschi.

  • 20:30

    STORIA E LEGGENDE

    SERE D'ARTE, IL CASTELLO SI RACCONTA

    Quando pellegrini e viaggiatori di ogni tempo giungevano nella Città Eterna la prima cosa che vedevano spuntare dal verde dei prati era Castello, imponente mole posta a difesa della Tomba di Pietro e dellʼimportante passaggio che congiungeva la Roma popolare con quel‑ la Sacra: il Ponte Elio. Castello e Ponte erano lʼuno inconcepibile senza lʼaltro ed entrambi sono stati testimoni involontari dello scorrere degli eventi. Un itine‑ rario che permetterà di conoscere le diverse storie di Roma attraverso le vicende del ca‑ stello in una serie ininterrotta di sviluppi e tra‑ sformazioni che per quasi duemila anni lega‑ rono le sorti di Castello e di Roma.

  • 21:00

    FIDEL FOURNEYRON, FRANCESCO DIODATI In collaborazione con il festival Una striscia di terra feconda

    LUCI SU FORTUNA

    Produzione originale
    Fidel Fourneyron trombone Francesco Diodati chitarra

    In Francia il giovane Fourneyron è la nuova stella del trombone: solista molto ricercato (membro dellʼ«ONJ» di Olivier Benoit, nei gruppi di Marc Ducret o nella «Big Band Umlaut») e creatore di diversi progetti importanti («Que vola», «Un Poco loco trio», «Animal trio»...). Il suo incontro con Diodati, uno dei chitarristi italiani più interessanti del momento, membro fisso dellʼEnsemble di Enrico Rava, è atteso come una delle magie che solo un autentico incontro franco-italiano può produrre.

  • 21:00

    LA RICETTA SEGRETA DEI FARNESE VISITA TEATRALIZZATA DELLE CUCINE DEL PALAZZO

    PALCOSCENICO

    con Giovanna Barberio, Gerardo Dino Ruggiero e Paola Sarcina
    costumi Francesca Staccioli

    La ricetta segreta dei Farnese è una scena teatrale che, prendendo spunto da una cronaca di fine Cinquecento dove si narra di una visita di papa Clemente VIII a Caprarola, guida il pubblico nella visita delle cucine del palazzo. Tre attori, nelle vesti di un cuoco, una sguattera di cucina e della fantesca di palazzo animano le cucine, offrendo spunti e informazioni sugli usi e costumi culinari del tardo Rinasci‐ mento.

    La scena viene ripetuta nel corso della serata, per consentire ai visitatori la partecipazione.

     

  • 21:00

    MED FREE ORKESTRA

    MEDITERRANEA

    Gianluca Brugnan batteria
    Marco Bardoscia basso elettrico
    Giancarlo Sannin chitarra elettrica
    Franck Armocid voce e percussioni
    Ismaila Mbaye voce e percussioni
    Abdellah Ben Charradi out e voce
    Madya Diebate kora e voce
    Angelo Olivieri tromba
    Marco Severa sax e flauto traverso

    Il caleidoscopico e multietnico ensemble musicale Med Free Orkestra, composto da musicisti provenienti da varie aree del mondo, rappresenta ormai dal 2010, anno della sua nascita nel quartiere romano di Testaccio, una delle esperienze più interessanti e originali nellʼambito musicale italiano e del bacino del mediterraneo.

  • 22:30

    LONTANO ROBERTO OTTAVIANO TRIO

    LUCI SU FORTUNA

    Produzione originale
    Roberto Ottaviano sassofono
    Mauro Gargano contrabbasso
    Christophe Marguet batteria

    Lontano è un momento intorno al quale sono raccolte figure, miti e diari di viaggio di nomadi per forza, per volontà e per caso, tradotto in narrazione musicale. Il trio racconta gli echi nostalgici di chi parte, viaggia, emigra e che oggi come nel passato, attraversa le nostre terre; voci tormentate e respiri calmi dopo le fatiche del viaggio. Le musiche vogliono caricarsi «dellʼafflato di una terra forse abbandonata per sempre». Non una riflessione sulla migrazione in sé, ma sulle memorie e le ricchezze lasciate.

28. Luglio
  • 19:30

    QUINTETTO A PLETTRO «GIUSEPPE ANEDDA»

    PALCOSCENICO

    Emanuele Buzi mandolino
    Norberto Gonçalves da Cruz mandolino Valdimiro Buzi mandola
    Andrea Pace chitarra
    Emiliano Piccolini contrabbasso

    Il Quintetto a Plettro «Giuseppe Anedda», nato come omaggio al grande mandolinista che ha dedicato la propria vita alla diffusione e alla rivalutazione del mandolino, si è imposto, nei suoi dieci anni di attività concertistica, come una delle migliori formazioni a pizzico del panorama internazionale.

  • 21:00

    ADAM BEN EZRA

    SERE D'ARTE, NOTTI DI MUSICA AL CASTELLO

    Considerato uno dei più talentuosi contrabbassisti al mondo Adam Ben Ezra si sta ritagliando un posto unico nella scena internazionale. I suoi spettacoli in solo sono dei veri e propri happening che stanno spopolando anche in rete. Sarebbe però limitativo parlare di lui solo come contrabbassista, perché nel suo solo Adam si alterna al piano, al flauto, al clarinetto, all’oud fino al beatboxing. Non solo un virtuoso, ma anche un compositore sensibile e senza confini musicali, che combina elementi di jazz, rock e world music.

  • 21:00

    MEDEA LAURA MORANTE

    RASSEGNE, ANFITEATRO

    Laura Morante voce recitante Lorenzo Fuoco violino Salvatore Monzo pianoforte

    Euripide con Medea rappresenta lʼindicibile e lʼirrappresentabile del cuore umano, nelle sue pieghe più profonde e nelle sue parti più oscure e riposte, dove istinto e intelletto, passione e ragione si mescolano e si confondono senza che sia possibile separarle, dove la logica, divenuta paralogismo, salva lʼonore perché salva le apparenze, ma obbedisce alle ingiunzioni di una forza oscura, dove lʼassoluto smarrimento si coniuga con la lucidità estrema. Medea è veramente umana nella complessità del suo carattere: è una donna di straordinaria razionalità ma anche di estrema passionalità e la molteplicità dei gesti è il risultato del diverso e mutevole rapporto di forze tra esigenze razionali e istanze emotive. Fissa nellʼamore di Giasone tutta la sua energia esistenziale fino a travolgere ogni coscien‐ za di bene e di male, e uccide.

  • 21:00

    MEDITERRAMIA LUCA CIARLA solOrkestra

    PALCOSCENICO

    Luca Ciarla violino, live loops, voce, strumenti giocattolo

    Il mago del violino Ciarla si confronta con le sale del museo con il suo fiddle e vari strumenti giocattolo. Con un pedale loop esegue dal vivo tutte le parti, suonando il violino anche come una chi‐ tarra, un violoncello o una percussione.
    In questo fantasioso mondo musicale Luca canta, fischia, suona altri piccoli strumenti e aggiunge nuovi passaggi virtuosistici; la mu‐ sica si evolve continuamente trasformandosi in unʼaffascinante solOrkestra.

     

  • 21:00

    OGNI RICORDO UN FIORE con LUIGI LO CASCIO In collaborazione con Civita Festival

    PALCOSCENICO

    Luigi Lo Cascio voce recitante
    Nico Gori clarinetti e sassofoni
    Massimo Moriconi contrabbasso,
    basso elettrico, chitarra basso
    Produzione e distribuzione esclusiva a cura di AidaStudio

    In viaggio da Palermo a Roma rilegge i suoi duecentoquaranta (e oltre) tentativi di romanzo, tutti interrotti, e decide cosa farne. Cercare di cimentarsi in ogni genere e stile, senza mai riuscire a sceglierne uno, portare a termine unʼopera e potersi così dire scrittore. Questi tanti cominciamenti narrativi disegnano, tassello dopo tassello, la figura del protagonista: in ognuno degli incipit è contenuta una scheggia della sua vita, delle sue ossessioni, delle sue paure e dei suoi desideri.

     

  • 21:00

    VISITA TEATRALIZZATA

    SORTI E SORTILEGI

    di Raffaele Palma
    Teatralizzazioni di Claudio Capecelatro e Valentina Bruno

    La magia del teatro e la narrazione del mito si intrecciano in uno scenario dʼeccezione: le terrazze del santuario della dea Fortuna di Præneste. Il racconto della scoperta delle «sortes» (tavolette divinatorie) per volere divino e per mano di un nobile prenestino, prende vita in una notte dʼestate. Nasce così il culto oracolare che attraverso genti di culture diverse percorrerà i secoli portando il nome dellʼantica città di Præneste in spazi e tempi lontani. Quando la storia e la cultura diventano trama narrativa.

Calendario

Luglio 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

I prossimi eventi

Questo sito utilizza i cookie.

Continuando a navigare, accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui cookies

www.art-city.it fa uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. www.art-city.it utilizza i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali  dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione. www.art-city.it utilizza i seguenti cookies:

Cookie indispensabili
Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione dei form, non può essere garantita.

Cookie di funzionalità
Questi cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Google Analytics
Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google Inc. Google Analytics utilizza dei cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web  ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .